agosto 25, 2018

Agenzia delle Dogane

Finalità della garanzia

Ti occupi di trasporto merci internazionali e nazionali, probabilmente sei a capo di un’azienda che ha fatto dell’import/export il suo pane quotidiano.

I clienti hanno imparato ad apprezzare la tua affidabilità e serietà ma con l’arrivo della crisi l’Agenzia delle Dogane cerca maggiori garanzie per il rilascio di tariffe doganali e allora cosa fa?

Ovvio, si tutela chiedendoti una fideiussione in relazione alle merci vincolate al regime di transito comunitario. Fermiamoci un attimo prima di dedicarci a quello che ci interessa, sai cos’è la dogana? Sono sicuro che la risposta è affermativa ma voglio dirtela lo stesso, così, giusto per rinfrescare la memoria:

La dogana è un ente che ha il compito di controllare il traffico delle merci in entrata e in uscita dall’Italia e deve riscuotere i diritti doganali, in altre parole, le imposte che vengono richieste all’importazione della merce. I diritti più comuni sono dazio e IVA.

Il dazio: è il tributo che viene riscosso dalla dogana all’importazione della merce proveniente da nazioni con cui non si hanno accordi preferenziali. Questa forma di tassazione consente la circolazione dei beni all’interno dell’Unione Europea ed è definita nell’ambito della tariffa doganale.
L’IVA: è l’imposta sul valore aggiunto. Si applica su merci, beni, prodotti della natura e materie prime immessi sul mercato di un determinato Stato dell’Unione Europea.
Chiariamo anche il significato di tariffa doganale: è un elenco delle merci suddiviso in sezioni caratterizzate da codici o voci che indicano la descrizione della merce e, tra le altre cose, anche i tributi e le aliquote applicate tra cui iva e dazio.

La dogana, è bene ricordarlo, è regolata dall’Agenzia delle Dogane, una delle quattro agenzie fiscali che impone una tariffa doganale alla ditta che deve portare delle merci, ad esempio, fuori dal nostro Paese.

Fatta questa premessa arriviamo al punto, la fideiussione per i diritti doganali, molto diffusa nel settore ed emessa da banche e soprattutto da compagnie assicurative.

Con questa particolare forma di garanzia fideiussoria l’Agenzia Doganale si garantisce il pagamento della tariffa doganale qualora l’azienda trasportatrice abbia avuto difficoltà ad assolvere ai pagamenti richiesti oppure nel caso in cui la merce non sia stata ri-esportata entro i tempi stabiliti.

L’ufficio delle Dogane competente permette la proroga dei diritti doganali fino a un massimo di novanta giorni. Ci sono anche altri tipi di fideiussioni rilasciate a favore dell’Agenzia delle Dogane che potrebbero interessarti, scopriamole:

Fideiussione sul deposito doganale: è necessaria per garantire il pagamento dei diritti doganali sulle le merci importate che giacciono nei magazzini doganali nazionali per un certo periodo di tempo prima di essere consumate.
Fideiussione per temporanea importazione: a garanzia dei diritti doganali, interessi di mora e spese riguardanti merci importate e destinate a specifici trattamenti per poi essere esportate di nuovo.
Fideiussione per daziato sospeso: serve per assicurare l’ammontare dei diritti doganali in sospeso in attesa delle opportune verifiche del caso. Con questo procedimento si prevede una riduzione oppure un esonero del pagamento dei diritti doganali o di parte di essi.
I diritti che non vengono contestati sono pagati subito mentre quelli da esonerare o ridurre rimangono in sospeso fino ad accertamenti definitivi. La fideiussione viene emessa a garanzia del pagamento dei diritti in sospeso per le merci rilasciate prima dell’accertamento.

Fideiussione per pagamenti di indennità per servizi straordinari: garantisce il pagamento delle indennità dovute al personale delle dogane per prestazioni lavorative svolte oltre il normale orario d’ufficio.

La fideiussione come ben sai è una forma di garanzia che prevede la partecipazione di tre soggetti in questo caso:

Il contraente: è l’azienda incaricata di importare le merci oppure di depositarle in magazzino che deve pagare la tariffa doganale e chiede la fideiussione
Il beneficiario: l’agenzia delle dogane che beneficia della fideiussione e ne è garantita.
Il fideiussore: il garante ovvero la stessa agenzia assicurativa che rilascia la fideiussione a favore dell’Amministratore Doganale ed è tenuta ad intervenire in caso di insolvenza da parte del contraente.